In viaggio, 31 Maggio

La valigia, che ieri sembrava pronta, in realtà è troppo piena. Stamani ho tolto i libri e ho studiato una soluzione alternativa. Così mi sono presentato al check in con il giacchetto imbottito di letteratura. Un Jihadista della carta stampata.
Meno male che non si sono ricordati che ne uccide più la penna che la spada.

Atterrato, cambio scheda nel cellulare. Tlac, sconnesso dalla Francia, tlac, connesso con l’Italia.
Ma non è così facile. A Parigi ho riallacciato rapporti che erano rimasti sospesi – non dimenticati – e ora vanno sciolti di nuovo.
Però mi aspetta la Toscana, la mia famiglia, gli amici di una vita, e con un po’ di fortuna il mare (e forse pure un black friday).
Il tempo di abituarmi, e si riparte per Milano, dove ritrovo altri visi, altrettanto familiari, in una specie di jet lag di relazione continuo. Un po’ quello di leggere diversi libri in contemporanea.

Prima o poi uno di questi libri sarà più avvincente degli altri, e decideremo di tenere solo quello sul comodino.
Sperando che non si rovini sul finale.

Ps: su queste sensazioni da partenza e ritorno, meglio di come l’ha detto Lucia, io non lo so dire di sicuro.

Annunci

~ di gipo su 2010.

2 Risposte to “In viaggio, 31 Maggio”

  1. come ti capisco….

  2. 🙂 Ciao Michela, benvenuta!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: