Milano, 12 Giugno

Si dice che Leonardo da Vinci, arrivato a Milano, sentì la mancanza dei lungarni. Spinto dalla nostalgia, si dedicò anima e corpo alla realizzazione dei navigli che li ricordassero.

Sul naviglio grande, nascosto, c’è Vico dei lavandai, una stradina fuori dal tempo. Nel vicolo, una galleria d’arte. Nella galleria un vecchio saggio che mi regala questa massima: “I milanesi non sono scortesi. Ma a Milano arrivano così tante persone, spesso poco attente alla città e ai suoi abitanti, che allora i milanesi si nascondono, sfuggono, per paura di essere feriti da gente che non li capisce.”

I navigli sono veramente un angolo di paradiso. Complimenti, Leonardo.

Permettetemi però una domanda, Maestro. In queste giornate afose, la mancanza di Viareggio o di Tirrenia non la sentivate proprio? No, così, tanto per chiedere…

Annunci

~ di gipo su 2010.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: