Parigi, 31 marzo – 3 aprile

Un pensatore, un aereo, les invalides

Un pensatore, un aereo, les invalides

E alla fine sono state tre giorni di grande cazzeggio, moderato turismo, aperitivi con gli amici (ma di questo riparleremo), e gambe sotto il tavolino, come previsto.

Su tutti, “Le temps des cerises”, officina anarchica di grassi piatti francesi e la sala da the della moschea, con i tajin d’agnello, un fantastico cous cous e i passeri che cercano di rubare qualche grano di semola a clienti e camerieri.

Ma con una nota d’amaro sulla via del ritorno, pensando a quanti amici ora vivono a Parigi, partiti dall’Italia per poter lavorare dignitosamente.

Annunci

~ di gipo su 2013.

6 Risposte to “Parigi, 31 marzo – 3 aprile”

  1. Una grande tre-giorni !

    —Alex

    PS = Sarei più triste pensando a quegli amici senza un lavoro dignitoso che non possono, per motivi indipendenti dalla loro volontà, andare a cercarsene uno fuori dall’Italia.

    • si, sono due facce della stessa medaglia: un paese che spreca le sue risorse… 😦

  2. però tu sei la dimostrazione che in qualche modo è possibile avere entrambe le cose, e scondo me è una bellissima cosa. Io se mi deprimo penso a quegli amici (un numero piccolo, ma comunque diverso da 0) che ce l’hanno fatta, e beh, meglio di niente, no?

  3. A chi lo dici! 😦

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: