cinema, 5 luglio

È l’ultima sera prima del rientro, provo una strada diversa.
Mi trovo davanti un palazzo in mattoncini, con giardino. Nel mezzo del giardino, un proiettore.
È un palazzo del cinema, ci sono diverse sale, organizzano retrospettive. Compro una cartolina da una libreria interna, la spedirò il giorno dopo.

L’accenno di mia sorella alla cartolina mi ha risvegliato questo ricordo.

Nient’altro. La mia pessima abitudine di dormire troppo poco e un -diciamo così- non eccellente senso dell’orientamento mi confondono, e non riesco a focalizzare altri particolari.

E così questo cinema rimane così, non-luogo immerso nella nebbia, apparso così –out of the blue– in qualche città europea.
Ma va bene: in fondo i cinema sono non-luoghi per definzione, pronti ad assorbire la latitudine e la longitudine dalle pellicole.

Annunci

~ di gipo su 2013.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: